Erbe tintorie: Pure Indigo by Khadì… non ti lascio più!

17 Febbraio 2019

Come spiegavo a grandi linee in questo post, da diverso tempo mi sono convertita all’utilizzo di hennè ed erbe tintorie per i capelli. Sono obbligata a fare sempre il doppio passaggio perché, oltre a colorare, devo coprire.
Ho cominciato usando l’Indigo di Janas e poi il Katam di Phitofilos, sia separatamente che mischiati in percentuali diverse, ma non ho mai ottenuto risultati strepitosi.
Mi coprivano i capelli, ma mi lasciavano anche spiccati riflessi ramati e perfino biondi in alcune zone “difficili”. Senza contare che al tatto mi sembravano anche molto sabbiosi, pur non essendolo.
Il giorno seguente al doppio passaggio ripassavo sempre le erbette scurenti per intensificare il colore. Una doppia fatica, anzi, tripla.
Recentemente mi sono fatta coraggio e ho cambiato prodotto: ora uso esclusivamente Khadì Pure Indigo.

khadi pure indigo
Dopo numerose ricerche credo di aver capito che rispetto al nero classico (nella confezione nera semplice) scurisca maggiormente e doni riflessi più bluastri.

khadi pure indigo

Non sapendo che avrei voluto scrivere una recensione, non ho fatto in tempo a scattare foto del contenuto.
Nella scatola trovate:

  • 1 paio di guanti in plastica trasparente accuratamente imbustati
  • 1 cuffietta trasparente per impacchettare la chioma a cose fatte
  • 1 busta (100 grammi) di indigofera tinctoria proveniente dall’India (doppia busta, per preservare al meglio la polvere)
  • 1 foglietto illustrativo, ottimo per chi è alle prime armi e necessita di spiegazioni

khadi pure indigo
In quanto pigra, non faccio altro che preparare tutte le mie erbe con acqua calda. So che si possono creare diversi mix, che si possono fare risciacqui per prolungare la durata del colore… Mi sono informata, ma sono pigra.

Dovete considerare che fatto l’hennè ero così:

hennè lawsonia

Avevo i capelli di 3 rossi diversi e sbiaditi, ormai.
Purtroppo non ho nemmeno foto del dopo, ma posso dire che:

  • Ho lasciato l’indigo in posa 3 ore, seguendo le indicazioni riportate sul foglio, per ottenere un colore scuro e il più omogeneo possibile.
  • Ho usato una busta intera, perché i miei ricci sono mediamente lunghi anche se scrunchano parecchio. Asciutti mi arrivano sulle spalle.
  • Ho risciacquato normalmente, con acqua calda. Ho usato uno shampoo leggero e diluito per togliere i residui. Infine ho applicato una bella maschera per capelli all’aloe, nonostante non fossero particolarmente secchi. Che strano.

Il colore che ho ottenuto è un castano scuro VERO. Niente riflessi bluastri, probabilmente perché parto da una base molto aranciata.
Zero capelli grigi e bianchi, li ha coperti tutti.
Era proprio quello che desideravo.

Colore Vegetale per Capelli - Black
Nero Indigo puro

Voto medio su 25 recensioni: Da non perdere

€ 9,45

Ho già acquistato una scatola di scorta, e penso che non lo mollerò mai più!
Voi che ne dite? Conoscete questo prodotto? Come vi siete trovati? Esiste qualcosa di paragonabile o addirittura di meglio?
Fatemi sapere!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

articolo precedente

Le 7 cose che ho capito sull'hennè e i prodotti che uso

prossimo articolo

Fenty Beauty NEW Stunna Lip Stain in UNLOCKED e UNATTACHED

close

Se ti è piaciuto il blog, passa a trovarmi qui!